Itinerario n. 1: giro della valle di Pradis

Si sviluppa su 4,8 km nei dintorni delle Grotte, quasi esclusivamente attraverso strade a fondo naturale, boschi e antiche mulattiere. Dal piazzale ci dirigiamo ad imboccare la strada per Campone e appena superato il ponte sul Cosa (II puint di piere) prendiamo a sinistra la strada bianca che ci conduce, attraverso il bosco, sopra la vecchia cava di marmo di Pie (km 1,5). Da qui risaliremo verso destra il prato e quindi nel bosco di faggio per poi attraversare una radura con cespugli di nocciolo. Ritroviamo quindi la traccia della strada forestale (km 2,0) che risale il ciglio di Rio Secco e ci porta a ritrovare la strada per Campone (km 2,7). Da questo punto per i non esperti è consigliabile il rientro a Pradis lungo la provinciale, in quanto il resto del percorso presenta da qui in avanti alcuni tratti in forte discesa piuttosto pericolosi.

Superata la provinciale proseguiamo prima su strada bianca e quindi su mulattiera attraverso il bosco, giungendo al crocefisso dei Battei (km 3,7). Con prudenza scendiamo lungo i tratti di "clapadòrie" che, lasciata alla nostra sinistra la borgata dei Planelles ci conducono al ponticello sul Cosa (km 4,2). Superatolo, risaliamo sulla strada asfaltata e prendiamo a destra raggiungendo la chiesa di Pradis e tornando al punto di partenza.